L’Inps, con circolare n. 163 del 3 novembre c.a., fornisce precisazioni sulle modalità di accesso allo sgravio contributivo per i datori di lavoro privati che abbiano previsto, nei contratti collettivi aziendali, istituti di conciliazione tra vita professionale e vita privata dei lavoratori, come disposto dal Decreto Interministeriale 12 settembre 2017 (Lavoronews nn. 57 e 66/2017).

Il beneficio potrà essere riconosciuto ai contratti collettivi aziendali sottoscritti e depositati telematicamente, presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro, dal 1° gennaio 2017 e non oltre il 31 agosto 2018.

Per l’ammissione al beneficio, a valere sulle risorse 2017, la data di sottoscrizione e deposito del contratto deve essere ricompresa tra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2017 e la domanda deve essere presentata entro il 15 novembre 2017.

I datori di lavoro devono inoltrare la domanda online all’INPS, tramite il modulo “Conciliazione Vita-Lavoro”, all’interno del servizio “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”.

L’ammissione al beneficio avviene a decorrere dal trentesimo giorno successivo al termine ultimo per la presentazione delle istanze.

La fruizione dello sgravio è subordinata al possesso della regolarità contributiva attestata tramite il DURC e al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.